Contattaci: 081-19526889 | Seguici sulla fanpage: Facebook

FAQ

Benvenuuto nella nostra pagina delle domande ricorrenti.
Abbiamo pensato di pubblicare in questa area, le risposte ai quesiti più frequenti sottoposteci dai nostri clienti al fine di fornire una raccolta delle domande più comuni (sia generiche del settore acquari che inerenti i nostri prodotti e servizi specifici) che servano ad aiutarti in modo veloce.

Come primi pesci da inserire nel suo acquario, essendo alle prima armi, vanno bene i classici guppy, portaspada ma anche una coppia di scalare, una coppia di botia macracanthus per il fondo. Da evitare assolutamente i Discus, di difficile allevamento per un neofita.

Fra le più facili da coltivare ci sono le Anubias e le Echinodorus.

Un acquario piccolo rende l’arredamento più difficoltoso, quindi il consiglio è mettere una coppia di pesci come Platy e qualche Guppy, con qualche nascondiglio e piante finte, ma nulla in più al fine di garantire il benessere dei pesci.

Provveda ad effettuare un abbondante cambio dell’acqua, sterilizzi mediante bollitura gli oggetti d’arredo e utilizzi un buon biocondizionatore. Inoltre provveda ad aumentare il movimento dell’acqua senza lasciare zone stagnanti in superficie.

La crescita delle alghe è solitamente dovuta ad un eccesso di fosfati e/o nitrati. Quelle a pennello non sono eliminabili né con prodotti chimici né con pesci mangiatori di alghe, perché risultano particolarmente inappetibili. L’unico rimedio rimane l’asportazione manuale, con l’eventuale eliminazione delle foglie infestate (che normalmente sono quelle più vecchie in Anubias o in altre piante a crescita lenta). Successivamente va sempre applicata la prevenzione: un valido contributo lo danno le lumache del genere Neritina.